La nostra storia

Chi siamo

La nostra storia

La storia del Lacor Hospital è la storia di Piero Corti e Lucille Teasdale: due vite legate dall’amore e dalla dedizione verso gli ultimi.

Una vita trascorsa insieme, lavorando fianco a fianco per curare i più poveri. Lucille Teasdale e Piero Corti: due medici, due coniugi, che in 50 anni di vita e di impegno hanno trasformato un piccolo ospedale missionario in una vera e propria struttura ospedaliera e che hanno creato la Fondazione Corti per garantirne l’operato negli anni a venire.

Ecco la nostra storia,

raccontata con le nostre immagini più care

  • 1959nella savana del Nord Uganda i Missionari Comboniani fondano un piccolo ospedale per conto della Diocesi di Gulu: il St. Mary’s Hospital Lacor.
  • 1961i due giovani medici Piero Corti e Lucille Teasdale giungono al Lacor Hospital. L’ospedale di fatto consiste in un ambulatorio, una maternità e una cinquantina di letti. La loro collaborazione si trasformerà nell’impegno di un’intera vita: Piero e Lucille si sposano nella cappella dell’Ospedale e si dedicano totalmente allo sviluppo del Lacor Hospital.
  • 1973si inaugura la scuola per Infermieri Professionali. Negli anni successivi, 1974 e 1976, vengono aperti i tre Centri sanitari periferici del Lacor.
  • 1980si costituisce il Gruppo d’Appoggio del Lacor. Tra i fondatori il nipote di Piero Corti, Mario Vismara, che diventerà Presidente di questo gruppo di volontari impegnati a raccogliere e spedire beni necessari al funzionamento dell’Ospedale: il sostegno esterno è stato fondamentale soprattutto negli anni ’70-‘90, con il tracollo economico del Paese.
  • 1983il Lacor ottiene l’approvazione per diventare sede di tirocinio dei medici ugandesi neolaureati. Sempre negli anni ’80 vengono ampliate le strutture dell’Ospedale: si aprono 3 nuove sale operatorie, una sala dentistica, laboratori di patologia, endoscopia, fisioterapia.
  • 1986Piero e Lucille Corti ricevono il premio Sasakawa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Un riconoscimento importantissimo, a cui, negli anni, se ne aggiungeranno molti altri, tra cui le onorificenze di Membro dell'Ordine del Canada e Grande Ufficiale dell'Ordine Nazionale del Québec, ricevute da Lucille, e la Medaglia d’argento al Merito Civile italiana ricevuta da Piero.
  • 1993Piero e Lucille Corti danno vita alla Fondazione Corti, con l’obiettivo di contribuire a sostenere l’Ospedale in modo duraturo, attraverso la ricerca di fondi, beni, servizi e competenze.
  • 1995 - 2006durante la guerra civile il Lacor accoglie, ogni sera, fino a 10.000 “pendolari della notte”, donne e bambini soprattutto, in cerca di un luogo sicuro dove trascorrere la notte, al riparo dagli attacchi dei ribelli. Secondo l’Unicef sono più di 30.000 i bambini che furono rapiti nel Nord Uganda per essere costretti a diventare “bambini soldato”.
  • 2000scoppia una terribile epidemia di ebola. Il Lacor è in prima fila per tentare di contenerla: il Dottor Matthew Lukwiya, direttore sanitario è il primo a capire di cosa si tratti, quindi avvia e dirige la lotta per contenere la diffusione del male. Morirà contagiato dal virus, come 12 altri membri dell’Ospedale, dopo aver prestato cura a tantissimi malati.
  • 2003Dominique Corti, unica figlia di Piero e Lucille, diventa Rappresentante Legale e Presidente della Fondazione. Al suo fianco Mario Vismara, Vicepresidente e Socio Fondatore oltre che Presidente del Gruppo d’Appoggio. Nello stesso anno Dominique Corti viene nominata membro del Consiglio di Amministrazione del Lacor Hospital.
  • 2008il Dottor Bruno Corrado, che ha diretto il Lacor Hospital dopo Piero Corti, consegna la dirigenza dell’Ospedale ai colleghi ugandesi che da oltre vent’anni lavorano nell’Ospedale: il Dottor Opira Cyprian, Amministratore delegato, il Dottor Odong Emintone, Direttore sanitario, e il Dottor Ogwang Martin, Direttore affari istituzionali.


50 anni di Lacor Hospital

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

TI TERREMO AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITA'

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'uso dei cookie. approfondisci

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close