La storia di Desmond

News

La storia di Desmond

fotobambinostoriaDesmond ha otto anni e dagli inizi di marzo di quest’anno è in cura al Lacor Hospital. Il suo corpo si è lentamente coperto di piaghe e la prima ad accorgersi della sua malattia, ma soprattutto ad avere il coraggio di far curare Desmond, è stata la nonna. È stato solo grazie a lei infatti che Desmond  è stato portato al Lacor, distante due ore di macchina da casa.
La storia del bimbo, anche prima dell’acuirsi della sua malattia, è stata una storia di continue difficoltà. Abbandonato dalla mamma, abitava con il papà nel suo villaggio. Per guadagnarsi i soldi della retta scolastica coltivava i campi.  A gennaio, alle prime avvisaglie della malattia, era andato in un centro sanitario dove era era risultato positivo per l’HIV, e aveva iniziato la terapia antiretrovirale per l’AIDS.

Tornato al villaggio le sue condizioni non erano migliorate, anzi erano comparse delle piaghe che gli avevano impedito di lasciare la capanna. Dato il disinteresse del padre, la nonna  aveva deciso che Desmond aveva bisogno di cure e e aveva preso l’iniziativa di portarlo al Lacor Hospital.  Diversi accertamenti non avevano dato risposte conclusive, ma è stata ipotizzata una fascite necrotizzante, una rara forma di infezione degli strati profondi della cute e dei tessuti sottocutanei. E’ stata quindi impostata la terapia antibiotica adeguata e riavviata la terapia antiretrovirale.

Oggi, grazie alle cure, le piaghe hanno smesso di peggiorare e Desmond sta iniziando un percorso di riabilitazione. Recentemente ha ripreso a mangiare con normalità, riesce a rimanere in piedi e a parlare. La fisioterapia e le cure sono fondamentali per un percorso di guarigione che si prospetta complesso, ma il personale del Lacor si dichiara fiducioso di poter migliorare le condizioni di salute di Desmond..

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

TI TERREMO AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITA'

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'uso dei cookie. approfondisci

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close